Archivio | marzo, 2021

Natural oasis of Salento: the park of “Isola di Sant’Andrea e Litorale di Punta Pizzo”

28 Mar

The “Isola di Sant’Andrea and Litorale di Punta Pizzo Regional Natural Park”, established in 2006, includes the southern territory of Gallipoli (Punta Pizzo) and the nearby island of Sant’Andrea, where there is a nesting colony of the Corsican gull, unique in all Italy.

The island, with a diameter of only 4.5 km, has no headlands and is easily exposed to the elements of the sea. During the winter season, the central part, being below sea level, remains covered with water.

The coast of Punta Pizzo looks like an environmental mosaic composed of sandy expanses, protected by dunes, local typical vegetation (Macchia Mediterranea), wet and marshy environments. From the strawberry tree to the spiny broom, from myrtle to mastic, from rosemary to thyme, the habitat of the present flora.

In the vicinity of wetlands such as the Li Foggi canal, however, it is possible to peek at the colors of the aquatic avifauna, among which the Knight of Italy stands out. To find out other natural parks of Salento, read here.

For your vacation, you can stay in one of these holiday houses:

Holiday houses –> https://www.villainpuglia.it/EN/affitti_vacanze/Gallipoli

For further information:

e-mail –> info@villesalento.it

phones –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

Oasi del Salento, il Parco “Isola di Sant’Andrea e Litorale di Punta Pizzo”

27 Mar

Il Parco Naturale Regionale Isola di Sant’Andrea e Litorale di Punta Pizzo, istituito nel 2006, comprende il territorio sud di Gallipoli (Punta Pizzo) e la vicina isola di Sant’Andrea, dove è presente una colonia nidificante del Gabbiano corso, unica in tutta Italia.

L’isola, con un diametro di soli 4,5 km, è priva di promontori e facilmente esposta alle intemperie del mare. Durante la stagione invernale, la parte centrale, essendo sotto il livello del mare, resta coperta d’acqua.

Il litorale di Punta Pizzo si presenta come un mosaico ambientale composto da distese sabbiose, protette da dune, macchia mediterranea, ambienti umidi e acquitrinosi. Dal corbezzolo alla ginestra spinosa, dal mirto al lentisco, dal rosmarino al timo l’habitat della flora presente.

In prossimità delle aree umide quali il canale Li Foggi, invece, è possibile sbirciare i colori dell’avifauna acquatica tra cui spicca il Cavaliere d’Italia. Per scoprire gli altri parchi naturali del Salento, leggi qui.

Se volete visitare il parco, qui alcune soluzioni per le vostre vacanze:

Sito web case vacanza -> https://www.villainpuglia.it/IT/affitti_vacanze/Gallipoli

Oppure chiedeteci informazioni:

email –> info@villesalento.it

Cellulari –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

Case vacanza, da oggi prenoti e paghi in criptovalute. Ecco come

23 Mar

Pagamenti in Euro? Non solo! Da oggi si cambia moneta e le tue vacanze puoi pagarle anche in criptovalute. Contanti, assegno o bonifico: ci sono tantissimi modi per far fronte alle spese della tua vacanza, ma forse non sai che da adesso puoi usare anche le criptovalute

Bitcoin, Ethereum o Ripple non saranno più solo oggetto di scambio nei mercati in Rete, ma vere e proprie monete per finanziare le tue vacanze. Sono sempre di più, infatti, le imprese che accettano questa nuova forma di pagamento, ormai in via di espansione.

Anche il turismo, settore dinamico che sa tenere il passo con le nuove tendenze, si apre alla nuova modalità di pagamento. Le criptovalute non sono più destinate esclusivamente alle transazioni di trading online, ma, al pari dell’Euro e delle altre monete nazionali, diventano strumenti per acquistare beni e servizi. Da oggi, quindi, avrai una possibilità in più per scegliere come pagare il tuo soggiorno in una casa vacanze e lo potrai fare direttamente dal tuo pc, seduto comodamente sul tuo divano, con un clic. 

COME AVVIENE IL PAGAMENTO – Se da tempo investi i tuoi risparmi in criptovalute oppure hai da poco aperto un conto su una delle piattaforme per fare trading online, adesso hai l’opportunità di procedere al pagamento per prenotare una villa per le tue vacanze. Basta inserire il codice del wallet a cui vuoi inviare il denaro, o in alternativa scansionarne il codice, con lo smartphone e confermare il tutto. Il pagamento è avvenuto e sei pronto per andare in vacanza!

CHI ACCETTA IL PAGAMENTO – Per ricevere i pagamenti in Bitcoin, o nelle altre criptovalute, è necessario possedere un wallet, ovvero un portafoglio al cui indirizzo i clienti invieranno il loro denaro virtuale. Binance è una delle piattaforme che permettono di registrarsi e creare un account con wallet per depositare valuta e accettare i pagamenti. Gli importi ricevuti possono essere mantenuti nella valuta originaria, oppure convertiti in Euro e trasmessi direttamente al conto corrente bancario tramite bonifico. 

CRIPTOVALUTE, COSA SONO? – Le criptovalute sono monete virtuali. La più famosa, il Bitcoin, è stata introdotta da un inventore anonimo conosciuto con il nome di Satoshi Nakamoto. I bitcoin, a differenza delle monete comunemente utilizzate nella quotidianità, non vengono emessi da una banca o da un’autorità centrale. Possono, però, essere usati da tutti e da qualunque parte del mondo per l’acquisto di qualsiasi bene o servizio (un’auto, una tv, ecc). Insieme alle altre valute come Dashcoin, Litecoin, Ethereum, Monero, Ripple, sono un trend in ascesa continua. Dopo il via libera di colossi come MasterCard e Visa, anche PayPal accetta i pagamenti in criptovalute. Sempre più persone, ormai, le acquistano e le utilizzano non solo per il trading. 

Noi di Ville Salento mettiamo a disposizione questa nuova forma di pagamento con le criptovalute per offrire ai nostri clienti un ventaglio completo di possibilità per poter prenotare il proprio soggiorno con la massima flessibilità e comodità. 

Da oggi, quindi, puoi prenotare la tua casa/villa vacanze pagando in criptovalute con un semplicissimo clic. Grazie al sistema di blockchain, inoltre, le criptovalute offrono un elevatissimo livello di trasparenza, garantendo la massima affidabilità e sicurezza nella transazione.

Per info sulle nostre case/ville vacanza, visitate i nostri siti:

Sito web case vacanza –> www.casesalento.com

Sito ville di pregio per vacanze –> www.villesalento.it

Oppure chiedeteci informazioni:

email –> info@villesalento.it

Cellulari –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

Natural oasis of Salento: the park of “Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e bosco di Tricase”

21 Mar

The zinzuli (the stalactites) that give the name to the Grotta della Zinzulusa and the prehistoric pictograms of the Grotta dei Cervi are just some of the most famous destinations that the park contains, an expanse of over 3000 hectares that rises in one of the most spectacular stretches of the Salento coast, along the eastern side.

Established in 2006, the park falls within the territory of 12 coastal municipalities of Salento, from Otranto to Tricase, passing through Castro. This offers a variety of panoramas ranging from the crystal clear waters of the Adriatic, with stretches of high and rocky coast, to fields dotted with country walls.

On the road that leads from Tricase to the sea stands the “Vallonea of ​​the Hundred Knights”, an example of centuries-old oak unique in Western Europe.

The park’s flora is very rich and varied and includes numerous rarities, from the Leuca cornflower to the Alisso and from Giacomini’s Veccia to orchids. Without forgetting the expanses of sea fennel and salicornia fruticosa that cover the cliffs overlooking the sea. The monk seal made its last appearance in the region right here, while nourished colonies of bats inhabit the humid caverns of various caves. To find out other natural parks in Salento, read here.

For your vacation, you can stay in one of these holiday houses:

Holiday houses –> https://www.villainpuglia.it/EN/affitti_vacanze/Santa%20Cesarea%20Terme

For further information:

e-mail –> info@villesalento.it

phones –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

Oasi del Salento, il Parco “Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase”

20 Mar

Gli zinzuli (le stalattiti) che danno il nome alla Grotta della Zinzulusa e i pittogrammi preistorici della Grotta dei Cervi sono solo alcune delle mete più famose che racchiude il parco, una distesa di oltre 3000 ettari che sorge in uno dei tratti più spettacolari della costa salentina, lungo il litorale orientale.

Istituito nel 2006, il parco ricade nel territorio di ben 12 comuni costieri salentini, da Otranto fino a Tricase, passando per Castro. Questo offre una varietà dei panorami che vanno dalle acque cristalline dell’Adriatico, con tratti di costa alta e rocciosa, fino ai campi punteggiati di muretti delle campagne.

Sulla strada che da Tricase conduce verso il mare si erge la “Vallonea dei cento cavalieri”, esemplare di quercia plurisecolare unico in Europa occidentale.

Ricchissima e variegata, la flora del parco comprende numerose rarità, dal Fiordaliso di Leuca all’Alisso e dalla Veccia di Giacomini fino alle orchidee. Senza dimenticare le distese di finocchio marino e salicornia fruticosa che ricoprono le falesie a picco sul mare. La Foca monaca ha fatto proprio qui la sua ultima apparizione in territorio regionale, mentre nutrite colonie di chirotteri abitano gli antri umidi di diverse grotte. Per scoprire gli altri parchi naturali del Salento, leggi qui.

Per soggiornare nelle vicinanze, clicca qui

Sito web case vacanza -> https://www.villainpuglia.it/IT/affitti_vacanze/Santa%20Cesarea%20Terme

Oppure chiedeteci informazioni:

email –> info@villesalento.it

Cellulari –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

Natural oasis of Salento: “Bosco e Paludi di Rauccio”

14 Mar

Very close to Lecce, which is just 9 km away, the Rauccio Park represents the latest example of the great system of woods and marshes that in the past extended along the coast between Brindisi and Lecce.

Established in 2002, the park covers an area of over 1500 hectares, the landscape of which is characterized by ponds behind the dunes, where the short course of the Idume stands out. The wood is made up of a dense and intricate holm oak forest and a rich undergrowth where mastic, myrtle and Mediterranean honeysuckle thrive.

In the open clearings, marshes are formed colonized by rare amphibians such as the Italic newt, the emerald toad and the Italic tree frog.

The best known part of the park is that of the holm oak wood (“Rauccio’s wood”), which incredibly survived a total deforestation that took place in the Thirties to obtain wood, and today it is a popular destination for funny trips outside the town on sunny days. To find out the natural parks in Salento, read here.

For your vacation, you can stay in one of these holiday houses:

Holiday houses –> https://www.villainpuglia.it/EN/affitti_vacanze/Spiaggiabella

For further information:

e-mail –> info@villesalento.it

phones –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

Oasi naturali del Salento, il Parco “Bosco e Paludi di Rauccio”

13 Mar

Alle porte di Lecce, da cui dista appena 9 km, il Parco di Rauccio rappresenta l’ultimo esempio del grande sistema di boschi ed acquitrini che in passato si estendeva lungo la costa tra Brindisi e Lecce.

Istituito nel 2002, il parco si estende per una superficie di oltre 1500 ettari, il cui paesaggio è caratterizzato da stagni retrodunali, dove spicca il breve corso dell’Idume

Il bosco è costituito da una lecceta fitta e intricata e da un ricco sottobosco dove prosperano il lentisco, il mirto e il caprifoglio mediterraneo. Nelle radure aperte si formano acquitrini colonizzati da rari anfibi come il tritone italico, il rospo smeraldino e la raganella italica.

La parte più conosciuta del parco è proprio quella del bosco di lecci (“bosco di Rauccio”), incredibilmente sopravvissuto ad un disboscamento totale avvenuto negli anni Trenta per ricavarne legna, e oggi meta famosa per le scampagnate nelle giornate di sole. Per scoprire gli altri parchi naturali del Salento, leggi qui.

Per soggiornare nelle vicinanze, clicca qui: 

Sito web case vacanza -> https://www.villainpuglia.it/IT/affitti_vacanze/Spiaggiabella

Oppure chiedeteci informazioni:

email –> info@villesalento.it

Cellulari –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

Natural oasis of Salento: the park “Litorale di Ugento”

7 Mar

Established in 2007, the “Litorale di Ugento” Natural Park covers about 1600 hectares in the area between Torre San Giovanni and Lido Marini. The reserve is characterized by a profound variety of landscapes that go from sandy beaches to rocky ones

From the place known as “Pazze” to Torre San Giovanni, in fact, the coast appears low and rocky, while from Torre San Giovanni to Lido Marini it becomes sandy and is characterized by a series of low dunes. Typical of this oasis are in fact the so-called “gravinelle“, or karst gullies carved into the rock by the water.

As for the Cesine, this park is also ideal for bird watching, since in the wetlands you can admire migratory birds such as herons, egrets and bitterns. Many other animals populate the woods such as fox, hedgehog, stone marten and badger.

The “Litorale di Ugento” Park is rich in natural habitats. Among rosemary, prickly juniper and pine forests, the rare and colorful orchids stand out.

The “Litorale di Ugento” Natural Park can be reached from Lecce by taking the west ring road towards Gallipoli and with the State Road 274 Gallipoli-Santa Maria di Leuca with the exit at Felline. The visitor center is in Piazza Adolfo Colosso in Ugento. To find out other natural parks in Salento, read here.

For your vacation, you can stay in one of these holiday houses:

Holiday houses –> https://www.villainpuglia.it/EN/affitti_vacanze/Gallipoli

For further information:

e-mail –> info@villesalento.it

phones –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

Oasi naturali del Salento, il parco “Litorale di Ugento”

6 Mar

Istituito nel 2007, il Parco Naturale “Litorale di Ugento” si estende per circa 1600 ettari nella zona fra Torre San Giovanni e di Lido Marini. La riserva è caratterizzata da una profonda varietà di paesaggi che da sabbiosi diventano rocciosi.

Dalla località conosciuta come “Pazze” fino a Torre San Giovanni, infatti, la costa si mostra come bassa e rocciosa, mentre da Torre San Giovanni fino a Lido Marini diventa sabbiosa e si caratterizza per una serie di basse dune. Tipiche di quest’oasi sono infatti le cosiddette “gravinelle”, ovvero canaloni carsici scavati nella roccia dall’acqua.

Come per le Cesine, anche questo parco è ideale per fare birdwatching, dal momento che nelle zone umide si possono ammirare uccelli migratori come aironi, garzette e tarabusi. Molti altri animali popolano i boschi come la volpe, il riccio, la faina e il tasso.

Il Parco “Litorale di Ugento” è ricco di habitat naturali. Tra rosmarino, ginepro coccolone e pinete spiccano le rare e colorate orchidee.

Il Parco Naturale “Litorale di Ugento” è raggiungibile da Lecce imboccando la tangenziale ovest in direzione Gallipoli e con la Strada Statale 274 Gallipoli-Santa Maria di Leuca con uscita a Felline. Il centro visite è in piazza Adolfo Colosso a Ugento. Per conoscere gli altri parchi del Salento, leggi qui.

Per soggiornare nei dintorni, invece, potete dare un’occhiata qui:

Sito web case vacanza -> https://www.villainpuglia.it/IT/affitti_vacanze/Gallipoli

Oppure chiedeteci informazioni:

email –> info@villesalento.it

Cellulari –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: