Archivio | dicembre, 2021

Weekend in Puglia: things to see in the Ionian Salento in two days

26 Dic

You have chosen Salento for a weekend getaway, but the 150 km of coast put you in crisis on the choice of places to see in just two days. Here are some tips that will help you spend a relaxing weekend in Puglia. A guide to know what to see in the Ionian Salento in two days.

If you can’t do without golden sandy beaches and the sea, choose the Ionian side of Salento. On our tour we will spend two days in two of the most famous locations in Salento: Porto Cesareo and Gallipoli.

FIRST DAY

Have breakfast with pasticciotto and coffee on ice and go stright, “armed” with sunscreen and beach towel, to the beach. Porto Cesareo offers white beaches protected by majestic dunes. Take a long swim to the Isola Grande or the “Dei Conigli”, or alternatively, if you are not too athletic, reach it by boat. The entire area of ​​Porto Cesareo has been a Protected Marine Area since 1997, one of the largest in Italy (16,654 hectares), with over 40 diving spots and various “Blue Paths”.

In the late afternoon, we recommend a stop at the Parenzan Museum of Marine Biology, with 900 exhibits, the malacological collection and an area dedicated to deep-sea fish and sea monsters.

In the evening, you cannot fail to taste a tasty dinner based on local fish. You can stop in Porto Cesareo, in one of the numerous fishmongers that become delicious restaurants in the evening, or move to the nearby Sant’Isidoro. You will be spoiled for choice!

SECOND DAY

For the second and last day of your weekend in Puglia we cannot fail to visit Gallipoli, the “Pearl of the Ionian”. The “Città Bella”, in fact, offers a mix of beaches, culture, architecture that satisfies all tastes. Then spend the morning by the sea, choosing from numerous beaches: the beach of Gallipolini is the beach of “Purità”, but the beaches from Baia Verde to Punta della Suina, connected by a cycle / pedestrian road, are also worth a stop. Here tongues of sand and coves are protected by dunes and gradually alternate with the Aleppo pine forest, where nature becomes wild.

In the late afternoon we recommend a visit to the city, gathered on an island connected to the mainland by a stone bridge. The imposing Angevin Castle, which hosts large exhibitions, marks the entrance to the ancient village: a labyrinth of alleys where small characteristic shops alternate with churches of the Confraternities, up to the magnificent Cathedral Basilica of S. Agata, a triumph of the Baroque.

If you don’t know where to sleep in Salento, here you will find some useful advice.

holiday houses -> www.casesalento.com

Holiday luxury villas -> www.villesalento.it

email -> info@villesalento.itMobile Phones -> (+39) 366/2604050 – (+39) 392/0202233

Weekend in Puglia: cosa vedere nel Salento Ionico in due giorni 

25 Dic
spiaggia Ionio

Avete scelto il Salento per una fuga nel weekend, ma i circa 150 km di costa del Tacco di Italia vi mettono in crisi sulla scelta dei posti da vedere in soli due giorni. Di seguito alcuni consigli che vi aiuteranno a trascorrere un weekend in Puglia all’insegna del relax. Una guida per sapere cosa vedere nel Salento ionico in due giorni.

fondale, mare, Salento, ionio, vacanze salento

Se non potete fare a meno delle spiagge di sabbia dal colore dorato e del mare, scegliete il versante ionico del Salento. Nel nostro tour trascorreremo due giorni in due delle località più famose del Tacco di Italia: Porto Cesareo e Gallipoli.

PRIMO GIORNO

Dopo una ricca colazione a base di pasticciotto e caffè in ghiaccio, dirigetevi, “armati” di crema solare e telo mare, verso la spiaggia. Porto Cesareo regala distese di spiagge bianche protette da dune maestose. Concedetevi una lunga nuotata verso l’Isola Grande o dei Conigli, o in alternativa, se non siete troppo atletici, raggiungetela in barca. L’intera area di Porto Cesareo è dal 1997 è Area Marina Protetta, tra le più vaste in Italia (ben 16.654 ettari), con oltre 40 punti di immersione e vari “Sentieri Blu”.

porto cesareo, vacanze salento, ionio

Dopo il mare, consigliamo una sosta al Museo di Biologia Marina Parenzan, con 900 reperti, la collezione malacologica e un’area dedicata ai pesci d’abisso e ai mostri marini.

In serata, non potete non assaggiare una gustosa cena a base di pesce locale. Potete fermarvi a Porto Cesareo stesso, in una delle numerosissime pescherie che di sera diventano prelibati ristoranti, oppure spostarvi nella vicinissima Sant’Isidoro. Non avrete che l’imbarazzo della scelta!

porto cesareo, ionio, mare salento, salento, vacanze salento

SECONDO GIORNO

Per il secondo e ultimo giorno del vostro weekend in Puglia non possiamo non visitare Gallipoli, la “Perla dello Ionio”. La “Città Bella”, infatti, offre un mix di spiagge, cultura, architettura che accontenta tutti i gusti. Trascorrete quindi la mattinata al mare, scegliendo fra numerose spiagge: la spiaggia dei gallipolini è la spiaggia della “Purità”, ma meritano una sosta anche le distese da Baia Verde fino a Punta della Suina, collegate da una strada ciclopedonale. Qui lingue di sabbia e calette sono protette da dune e man mano si alternano al bosco di pini d’Aleppo, dove la natura si fa selvaggia.

Nel tardo pomeriggio e in serata consigliamo una visita alla città, raccolta su un’isola collegata alla terraferma da un ponte in pietra. L’imponente Castello Angioino, che ospita grandi mostre, segna l’ingresso al borgo antico: un labirinto di vicoli dove piccoli negozi caratteristici si alternano a chiesette delle Confraternite, fino ad arrivare alla magnifica Basilica Cattedrale di S. Agata, trionfo del Barocco. 

Gallipoli, ionio, vacanze, salento

Qui troverete qualche consiglio utile su dove dormire nel Salento:

sito web case vacanza–> www.casesalento.com

Sito ville di pregio per vacanze –> www.villesalento.it

email –> info@villesalento.it

Cellulari –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

Things to do at Christmas in Salento, let’s start with Lecce

23 Dic

MY HOLIDAYS IN LECCE

The warmth of the welcome, the sweetness of the Christmas dishes, the beauty of the lights: at Christmas Salento dresses up showing its most authentic and surprising face!

THINGS TO DO

For those who know the most south-eastern land of Italy only for the crystalline sea, the golden beaches and the summer nightlife, the Christmas holidays are an opportunity to discover an unprecedented, but no less fascinating side of Salento, of which Lecce is the most sparkling showcase.

Traditional cuisine, markets and events fill the Christmas calendar. The lights, in the typical Salento style, frame a magical period.

MARKETS AND LIGHTING

Lecce boasts an old town entirely decorated with the imposing luminous tree in the central Piazza Sant’Oronzo which is paired with the traditional life-size nativity scene in the square in front of the Cathedral. From the 7th December, the city is preparing to welcome Christmas events: Piazza Mazzini, the commercial heart of the city, hosts the toy market and the romantic carousel, while the former convent of the Teatini hosts “Fiera di Santa Lucia” with the exhibition of handmade nativity scenes and statuettes.

Otranto, a jewel set on the Adriatic side, hosts food and wine festivals, exhibitions, small concerts spread throughout the city to celebrate the New Year.

 “Castello Volante” in Corigliano d’Otranto is preparing for a Christmas program full of events between the concerts of the independent music Festival “Sei” and the markets. To visit the charming village of Grecìa Salentina, you can stay in this splendid villa:

LIVING NATIVITY

Living nativity scenes are a suggestive tradition throughout Salento. There are several municipalities that give life, during the holidays, to the reproduction of the typical scenes of the Nativity.

Tricase makes a small hill strewn with olive trees and oaks in Monte Orco the perfect setting for the rich living nativity scene with hundreds of extras who animate it. Castro, on the other hand, a fishing village further south of Otranto, stages the Middle Ages with knights and flag-wavers. Between history and legend, one of the most exciting moments is the Mass at the stake of a witch and the beautiful procession in costume. In some staging it is also possible for the occasion to buy some typical gastronomic products of the area and sold by tradesmen.

Other representations can be visited in Specchia, Strudà and Nardò. In particular, Nardò will be embellished by the carousel and the former Carmelite Convent will host the concert series “Classical Neretum – Christmas 2021”.

Below you can find one of our beautiful villas very close to Nardò:

THE TIPICAL DISHES

Purceddhruzzi, mustazzoli and almond paste fish will immerse you in the sweetness of the holiday period.

The purceddhruzzi are tiny and sweet little pieces of fried dough, covered with honey and colored sprinkles. Here you will also find the recipe!

Mustazzoli resemble large pastries with a heart made of sugar, flour, almonds and honey with a chocolate glaze coating. Of Arab origin, these sweets do not rise.

Almond paste is a tradition of Salento pastry at Christmas. With the shape of the fish, derived from an ancient Christian symbolism (for which the fish is a representation of the Child Jesus), this dessert is made of almond paste, obtained by grinding almonds and sugar, and has a filling with jam with flakes of chocolate.

Pittule, small morsels of leavened and fried dough, are an excellent finger food as an aperitif to open dinners and lunches. They can also be filled in various ways with the most genuine products of this land and beyond (tomatoes, capers, cauliflower, cod).

Pasticciotti are the most famous sweets of Salento and, therefore, inevitable at Christmas. Here, you will find our recipe but if you want to taste the historical ones you have to go to Galatina and visit the famous pastry “Ascalone“. Take the opportunity to take a tour of the well-kept old town of the city of St. Peter and Paul, with its characteristic rooms and the enchanting Basilica of Santa Caterina d’Alessandria, entirely frescoed.

In the following images an idea on where to stay in Galatina

Greetings and happy holidays from the staff of Ville Salento!

If you don’t know where to sleep in Salento, here you will find some useful advice.

holiday houses -> www.casesalento.com

Holiday luxury villas -> www.villesalento.it

email -> info@villesalento.it

Mobile Phones -> (+39) 366/2604050 – (+39) 392/0202233

Cosa vedere nel Salento a Natale e a Capodanno: la bellezza di Lecce e non solo

22 Dic

LA MIA VACANZA A LECCE

Il calore dell’accoglienza, la dolcezza dei piatti natalizi, la bellezza delle luminarie: il Salento a Natale si veste a festa mostrando il volto più autentico e sorprendente di sé! 

immagine natività Lecce Salento

COSA FARE

Per chi conosce la terra più a sud-est di Italia solo per il mare cristallino, le spiagge dorate e la movida estiva, le festività natalizie sono l’occasione per scoprire un lato inedito, ma non meno affascinante del Salento, di cui Lecce è la vetrina più sfavillante.

albero piazza sant'oronzo Lecce salento

Cucina tradizionale, mercatini ed eventi riempiono il calendario. Le luminarie, nello stile tipico salentino, fanno da cornice a un periodo magico.

MERCATINI E LUMINARIE

Lecce sfoggia un centro storico interamente addobbato con l’imponente albero luminoso nella centralissima piazza Sant’Oronzo che fa il paio con il tradizionale presepe a grandezza naturale nel piazzale antistante il Duomo. Dalla vigilia della festa dell’Immacolata, il 7 dicembre, la città si prepara ad accogliere gli eventi natalizi: Piazza Mazzini, cuore commerciale della città, ospita il mercatino dei giocattoli e la romantica giostra “Carosello”, mentre l’ex convento dei Teatini è la sede della storica “Fiera di Santa Lucia” con l’esposizione di presepi e statuine artigianali. 

Otranto, gioiello incastonato sul versante adriatico, ospita rassegne enogastronomiche, mostre, esposizioni e piccoli concerti diffusi in tutta la città per celebrare il Capodanno.

Il Castello Volante di Corigliano d’Otranto si prepara ad un cartellone natalizio ricco di appuntamenti fra i concerti del Festival indipendente “Sei” e i mercatini. Per visitare l’affascinante borgo della Grecìa Salentina, potete alloggiare in questa splendida villa:

PRESEPI VIVENTI

I presepi viventi sono una suggestiva tradizione in tutto il Salento. Sono diversi i comuni che danno vita, durante le festività, alla riproduzione delle scene tipiche della Natività.

albero, Lecce, natale, piazza Santa oronzo

Tricase fa di una piccola collinetta disseminata di ulivi e di querce in località Monte Orco l’ambientazione perfetta per il ricco presepe vivente con centinaia di comparse che lo animano. Castro, d’altro canto, borgo di pescatori più a sud di Otranto, mette in scena il Medio Evo con dame cavalieri e sbandieratori. Fra storia e leggenda uno dei momenti più avvincenti è La Messa al Rogo di una strega e il bellissimo corteo in costume. 

presepe, duomo, Lecce, salento, natale

In alcune messe in scena è possibile per l’occasione anche acquistare alcuni prodotti gastronomici tipici del territorio e venduti dai mestieranti.

Altre rappresentazioni si possono visitare a Specchia, Strudà e Nardò. In particolare, il centro neretino sarà abbellito dalla giostra Carosello e dall’ecotrenino, mentre, l’ex Convento dei Carmelitani ospiterà la rassegna concertistica “Neretum classica – Natale 2021”.

Qui sotto una delle nostre bellissime ville a due passi da Nardò:

I PIATTI TIPICI

Purceddhruzzi, mustazzoli e pesci di pasta di mandorla vi faranno immergere nella dolcezza del periodo di festa. I purceddhruzzi sono minuscoli e dolcissimi bocconcini di pasta fritti, ricoperti di miele e confettini colorati. Qui trovate anche la ricetta!

purceddhruzzi, natale, salento

I mustazzoli assomigliano a grandi pasticcini dal cuore fatto di zucchero, farina, mandorle e miele con un rivestimento in glassa al cioccolato. Di derivazione araba, questi dolcetti non hanno lievitazione. 

La pasta di mandorla è una tradizione della pasticceria salentina a Natale. Con la forma del pesce, derivata da un’antica simbologia cristiana (per cui il pesce è una rappresentazione di Gesù Bambino), questo dolce è realizzato in pasta di mandorle, ottenuta macinando mandorle e zucchero, e ha un ripieno alla marmellata con scaglie di cioccolato.

Le pittule, piccoli bocconcini di pasta lievitata e fritta, sono un ottimo finger food da aperitivo per aprire le cene e i pranzi delle feste. Si possono anche farcire nei modi più svariati con i prodotti più genuini di questa terra e non solo (pomodori, capperi, cavolfiore, baccalà).

pasticciotti, natale, salento

I pasticciotti sono i dolci più famosi del Salento e, perciò, immancabili a Natale. Qui, trovate la nostra ricetta ma se volete assaggiare quelli storici dovete passare da Galatina e dalla celebre pasticceria “Ascalone” . Approfittate per fare un tour nel curatissimo centro storico della città di San Pietro e Paolo, con i locali caratteristici e con l’incantevole Basilica di Santa Caterina d’Alessandria, interamente affrescata.

Nelle immagini che seguono uno spunto su dove soggiornare a Galatina!

AUGURI E BUONE FESTE DALLO STAFF DI VILLE SALENTO!

sito web case vacanza–> www.casesalento.com

Sito ville di pregio per vacanze –> www.villesalento.it

email –> info@villesalento.it

Cellulari –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

Weekend on the Adriatic: things to see in Salento in two days

19 Dic

You are in Salento only for a couple of days and, apart from the relaxation that you deserve, you don’t want to miss the opportunity to get to know better this land: here, therefore, is a useful guide for you to visit the Adriatic side of Salento in a weekend.

FIRST DAY

Let’s start from Torre Dell’Orso, marina at 25 km from Lecce with an amazing bay where you can spend your first day. Here, the white sand beach is paired with a crystal clear sea in various shades of blue. The backdrop, which rises gently, is particularly suitable for young and old. You can spend the whole day swimming among the most famous stacks of Salento: “Due Sorelle”, symbol of Torre Dell’Orso. Enjoy your day at the beach and have lunch in the excellent restaurants in the area.

In the late afternoon we move towards Otranto, about 15 km further south. The “pearl of the Adriatic” does not need any introduction: the most eastern point of Italy, it is one of the most evocative places in Salento. In fact, you will get lost in the alleys of the village, dotted with colorful artisan shops and restaurants. Do not miss a visit to the Castle, home to important art exhibitions, and the Romanesque-style Cathedral, famous for the floor mosaic dating back to the Middle Ages and for the crypt that houses the skulls of the 800 martyrs who resisted the attack of the Turks of the 1480.

SECOND DAY

The most extreme coast of the Adriatic offers a unique panorama in the world. Nicknamed “the balcony on the sea”, the stretch of coast road that leads from Otranto to Castro is truly a window on the imposing cliffs of the coast overlooking the blue sea. And it is from Castro that we start for our second and last day of tour.

“Castro di sotto” overlooks one of the most beautiful inlets on the coast. Here you can spend the morning by the sea diving off the rocks and swimming in the crystal clear waters. “Castro di sopra” is a nativity scene overlooking the old town. A fishing village, the marina contains an ancient history evidenced by the Aragonese Castle, today the hub of cultural initiatives, and the former 12th-century cathedral which retains part of the original Romanesque facade and the remains of a small 10th-century Byzantine church.

In the afternoon, we move towards Leuca, the last stop of our journey. The viewpoint of Punta Meliso offers an extraordinary glance. You cannot miss a visit to the nineteenth-century lighthouse and to the Basilica of the Madonna de Finibus Terrae, as well as the 300-step staircase that runs alongside the Monumental Waterfall of the “Acquedotto Pugliese”.

If you don’t know where to sleep in Salento, here you will find some useful advice.

holiday houses -> www.casesalento.com

Holiday luxury villas -> www.villesalento.it

email -> info@villesalento.itMobile Phones -> (+39) 366/2604050 – (+39) 392/0202233

Weekend sull’Adriatico: cosa vedere nel Salento in due giorni 

18 Dic

Siete nel Salento soltanto per un paio di giorni e, a parte il meritato relax che vi spetta, non volete perdere l’occasione per conoscere meglio il Tacco d’Italia: ecco, dunque, per voi un’utile guida per visitare il versante adriatico del Salento in un weekend.

PRIMO GIORNO

Partiamo con il nostro mini tour dalle marine di Melendugno, sulle cui spiagge di sabbia sottile, sventola la Bandiera Blu di Legambiente. Trascorrerete l’intera mattina a Torre Dell’Orso, godendo della spettacolare insenatura della marina a 25 km da Lecce. Qui, la spiaggia di sabbia bianca fa il paio con un mare limpidissimo dalle varie tonalità di blu. Il fondale, che aumenta dolcemente, è particolarmente adatto a grandi e piccini. Potete trascorrere l’intera giornata nuotando fra i faraglioni più famosi del Salento: le “Due Sorelle”, simbolo di Torre Dell’Orso.

Trattenetevi fino a dopo pranzo, godendovi la giornata al mare e ristorandovi negli ottimi locali della zona.

Verso il tramonto ci spostiamo verso Otranto, a circa 15 km più a Sud. La perla dell’Adriatico non ha bisogno di presentazioni: punto più a Oriente di Italia, è una delle località più suggestive del Salento. Vi perderete infatti fra i vicoletti del borgo, punteggiati da colorate botteghe artigiane e ristoranti. Da non perdere la visita al Castello, sede di importati mostre d’arte, e della Cattedrale in stile Romanico, famosa per il mosaico pavimentale risalente al medioevo e per la cripta che custodisce i teschi degli 800 martiri che resistettero all’attacco dei Turchi del 1480.

SECONDO GIORNO

La costa più estrema dell’Adriatico regala un panorama unico al mondo. Soprannominato “il balcone sul mare”, il tratto di litoranea che conduce da Otranto a Castro è davvero una finestra su imponenti roccioni di costa a strapiombo sul mare blu. Ed è proprio da Castro che partiamo per il nostro secondo e ultimo giorno di tour. 

Castro di sotto si affaccia su una delle insenature più belle della costa. Qui potete trascorrere la mattinata al mare tuffandovi dagli scogli e nuotando nelle acque cristalline. Castro di sopra è un presepe a strapiombo sulla città vecchia.  Borgo di pescatori, la marina racchiude una storia antichissima testimoniata dal Castello Aragonese, oggi fulcro di iniziative culturali, e l’ex Cattedrale del XII secolo che conserva parte dell’originaria facciata romanica e i resti di una piccola chiesa bizantina del X secolo.

Verso il tramonto, proseguendo sulla litoranea, ci spostiamo verso Leuca, ultima tappa del nostro viaggio. Il belvedere di Punta Meliso regala un colpo d’occhio straordinario. Immancabile la visita al faro ottocentesco e alla Basilica della Madonna de Finibus Terrae, e alla scalinata di 300 gradini che costeggia la Cascata Monumentale dell’Acquedotto Pugliese.

Qui troverete qualche consiglio utile su dove dormire nel Salento:

sito web case vacanza–> www.casesalento.com

Sito ville di pregio per vacanze –> www.villesalento.it

email –> info@villesalento.it

Cellulari –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

Weekend in Apulia, things to see in 2 days in Salento

12 Dic

Salento means clear sea, breathtaking coast, ancient architecture and food and wine. It would take days to discover the charm of each village and visit each cove on the sea. What? Are you only here for a weekend? Don’t worry. We have summed up for you the most important things worth seeing in Salento in two days. A mini tour that will allow you to “taste” the beauties of the area.

DAY 1 – the Adriatic coast

Let’s start from Otranto, a jewel set on the Adriatic at about 40 km south of Lecce. Spend the morning on the beach, having a swim, enjoying the sun and relax yourself in order to go home more tanned! You can stop for lunch in one of the many restaurants in the old town and take the opportunity to take a tour in the characteristic alleys of the town. Do not miss a visit to the Cathedral, famous for the chapel with the skulls of the 800 martyrs who died resisting the Turkish invasion in 1480 and for the floor mosaic dating back to the mid-twelfth century.

In the afternoon, take advantage of the cooler hours of the day, driving along the whole coast road that connects Otranto to Leuca. You will have the opportunity to admire one of the most beautiful views of the Salento coast, a sort of “balcony” overlooking the sea. Stop where you like more!

Drive up to Leuca, our last stop for today. You’ll reach Santa Maria di Leuca in the evening: here enjoy an excellent dinner and a walk in the small town, where the lighthouse will be waiting for you, which stands on the promontory of one of the most famous Marian sanctuaries in Puglia, that of the Madonna De Finibus Terrae.

DAY 2 – the Ionian coast and Lecce

Leave again from Leuca, taking the coastal road that goes up from the Ionian side and head towards Gallipoli. When you’ll reach the “Città Bella”, stop immediately at the sea. We recommend the beach of Purità or Baia Verde. After spending a handful of hours sunbathing, take a tour to discover the “Pearl of the Ionian”, stopping at the Angevin Castle, the Cathedral of Sant’Agata and the Greek Fountain. Stop for lunch in one of the many restaurants in the historic center. When the sun goes down, leave for Lecce, the last stop of your weekend.

If you choose not to opt for the panoramic road, you will reach the Salento capital in half an hour by car. Here you will have plenty of time to admire Lecce from an architectural point of view and to enjoy a regenerating walk in the old town. You will be welcomed by the sumptuousness of the Baroque style that permeates the churches and monuments of the city.

Move from Piazza Sant’Oronzo towards the Basilica of Santa Croce, and then again on Corso Vittorio Emanuele II towards the Duomo, passing through the numerous and enchanting churches (San Matteo, Sant’Irene, etc.). Stop in one of the many restaurants in the old town and enjoy good wine and a dinner based on typical products, letting yourself be cheered by the colors of the “Lecce nightlife”.

If you don’t know where to sleep in Salento, here you will find some useful advice.

holiday houses -> www.casesalento.com

Holiday luxury villas -> www.villesalento.it

email -> info@villesalento.it

Mobile Phones -> (+39) 366/2604050 – (+39) 392/0202233

Weekend in Puglia, cosa vedere in 2 giorni in Salento

11 Dic

Il Salento è mare limpido, costa mozzafiato, architettura antica ed enogastronomia. Ci vorrebbero giorni per scoprire il fascino di ogni borgo e visitare ogni caletta sul mare. Come? Siete qui solo per un weekend? Non preoccupatevi!

Abbiamo riassunto per voi tutto quello che c’è da vedere nel Salento in due giorni. Un mini tour dal ritmo intenso che vi permetterà di assaporare le bellezze del territorio, in attesa che possiate ritornarci per godere appieno di tutto ciò che offre.

GIORNO 1 – la costa adriatica

Partite da Otranto, un gioiello incastonato sull’Adriatico a circa 40 km a Sud di Lecce. Trascorrete la mattinata in spiaggia a fare il bagno, godendovi un po’ di sole e relax per tornare a casa più abbronzati! Potete fare una sosta per pranzo in uno dei tantissimi locali del centro e approfittare per fare un giro nei caratteristici vicoletti della località.

Non perdete la visita alla Cattedrale, famosa per la cappella con i teschi degli 800 martiri che morirono resistendo all’invasione turca nel 1480 e per il mosaico pavimentale risalente alla metà del XII secolo.

Nel pomeriggio, dopo la siesta, sfruttate le ore più fresche della giornata, percorrendo in auto tutta la litoranea che collega Otranto a Leuca. Avrete l’opportunità di ammirare uno dei panorami più belli della costa salentina, una sorta di “balcone” sul mare. Fermatevi dove più vi aggrada, fra calette più o meno famose. Potete sostare per un tuffo al volo o anche soltanto per un aperitivo.

Proseguite fino a Leuca, la nostra ultima tappa per oggi. Si è fatta sera: godetevi quindi un’ottima cena e una passeggiata nel piccolo centro di Santa Maria di Leuca, dove ad attendervi ci sarà il faro, che sorge sul promontorio di uno dei più famosi santuari mariani della Puglia, quello della Madonna De Finibus Terrae.

GIORNO 2 – la costa ionica e Lecce

Ripartite da Leuca, riprendendo la litoranea che risale dal versante ionico e puntate verso Gallipoli. Arrivati nella “Città Bella”, fate subito sosta al mare. Vi consigliamo la spiaggia della Purità o Baia Verde. Dopo aver trascorso una manciata di ore a prendere il sole, fate un giro alla scoperta della “Perla dello Ionio”, soffermandovi sul Castello Angioino, la Cattedrale di Sant’Agata e la Fontana Greca.

Fermatevi per pranzo in uno dei tanti ristorantini del centro storico. Al calar del sole, ripartite alla volta di Lecce, ultima tappa del vostro weekend. 

Se scegliete di non optare per la strada panoramica, raggiungerete il capoluogo salentino in una mezz’oretta d’auto. Qui avrete tutto il tempo di assaporare Lecce dal punto di vista architettonico e di godere di una rigenerante passeggiata nel centro storico. Ad accogliervi sarà la sontuosità dello stile Barocco che permea le chiese e i monumenti della città.

Spostatevi da piazza Sant’Oronzo verso la Basilica di Santa Croce, e poi ancora sul corso Vittorio Emanuele II verso il Duomo, passando per le numerosissime e incantevoli chiese (San Matteo, Sant’Irene, ecc). Fermatevi in uno dei tantissimi locali del centro storico a gustare del buon vino e una cena a base di prodotti tipici, lasciandovi allietare dai colori della “movida leccese”.

Qui troverete qualche consiglio utile su dove dormire nel Salento:

sito web case vacanza–> www.casesalento.com

Sito ville di pregio per vacanze –> www.villesalento.it

email –> info@villesalento.it

Cellulari –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: