Le vedette del Salento: visita guidata alle torri costiere 

19 Feb
una delle torri costiere del Salento

Costruite in antichità per scopi difensivi, le torri costiere costellano tutto il litorale salentino per un itinerario lungo circa 400 km, percorribile a piedi, in bicicletta e in auto. Terra da sempre esposta agli attacchi stranieri nel Mediterraneo, il Salento conserva ancora oggi queste importanti testimonianze di una linea difensiva che risale al XV e al XVI secolo.

Torre Costiera a Porto Selvaggio

Il sistema di avvistamento costella buona parte delle località marine oggi frequentate da turisti e abitanti del luogo: alcune di esse sono state restaurate, altre state completamente distrutte, altre ancora sono state inglobate in frazioni o località che portano il loro nome.

LA STRUTTURA DELLE TORRI COSTIERE- L’accesso, a 3 o 5 metri da terra, avveniva con scale a pioli, che si tiravano su e l’interno era su due piani: il primo prevedeva una zona notte e il camino, usato per i segnali di fumo; quello inferiore, privo di finestre, poggiava su una grande cisterna per la raccolta delle acque. Le torri più grandi, disponevano anche di una macina per il grano, oltre a immagazzinare armi e viveri.

LA PIU’ SUGGESTIVA – A metà strada tra Otranto e Porto Badisco, superata una curva si apre uno degli scenari più suggestivi del Salento, una piana di grande bellezza dove nel nulla assoluto svettano i resti possenti di Torre S. Emiliano, raggiungibile a piedi. Resterete incantati ad ammirare la costa e, nei giorni di tramontana, anche i monti d’Albania e le prime isole greche. 

Torre Sant'Emiliano

VERSANTE ADRIATICO – Si parte da Casalabate, ultimo avamposto della provincia di Lecce con Torre Specchiolla e si percorre tutto il versante in direzione sud con Torre Rinalda, Torre Chianca (marina di Lecce) Torre Specchia Ruggeri, San Foca, Torre dell’Orso e Torre S. Andrea. Fino a raggiungere la vedetta più a est di Torre Palascìa e la diroccata Torre del Serpe, simbolo di Otranto.

VERSANTE IONICO – Da Torre Vado (marina di Morciano) alla suggestiva Torre Pali (marina di Salve), completamente circondata dal mare. Risalendo verso nord, a S. Maria al Bagno si ammira l’imponente Torre del Fiume, meglio conosciuta come le “4 colonne” per via dei 4 angoli rimasti in piedi. E poi Torre dell’Alto, a Santa Caterina di Nardò, a cui si accede da una grande scalinata in pietra. Suggestiva Torre Lapillo sede di un piccolo Museo del Mare.

Qui troverete qualche consiglio utile su dove dormire nel Salento:

sito web case vacanza–> www.casesalento.com

Sito ville di pregio per vacanze –> www.villesalento.it

email –> info@villesalento.it

Cellulari –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: