Tag Archives: salento

Riso, patate e cozze, ecco come cucinare la tajeddha

2 Mar

La tajeddha è un piatto che coniuga il sapore del mare (con le cozze) a quello della terra (con le patate) e lo fa in maniera armoniosa e semplice. Il piatto deve il suo nome alla teglia (tajeddha, in dialetto) nella quale vengono sistemati gli ingredienti e messi in forno. Ecco la ricetta in pochi passaggi.

Per conoscere gli altri piatti tipici del Salento, guardate il seguente link utile!

TAJEDDHA

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di patate

4 pomodori

1 cipolla piccola

sale q.b.

olio extravergine di oliva q.b.

prezzemolo qb

200 gr di riso

1 kg di cozze

pane grattugiato q.b.

formaggio pecorino grattugiato q.b. (facoltativo)

origano q.b.

Una volta lavate e sbucciate, tagliate le patate in fettine sottili. Tagliate anche le zucchine e le cipolle a rondelle piuttosto sottili e dividete i pomodorini in quattro spicchi. Mettete quindi tutte le verdure in una terrina.

Pulite e lavate le cozze e fatele aprire all’interno di un tegame sul fuoco a fiamma viva con prezzemolo, aglio tritato, due cucchiai di olio e acqua fredda. Una volta aperte, separate le cozze dal liquido (che dovrà essere filtrato direttamente nella terrina con le verdure) e lasciatele raffreddare.

Prendete ora la tajeddha e alternate al suo interno uno strato di verdure, uno strato di cozze (con solo mezzo guscio rivolto verso l’alto), uno strato di pecorino grattugiato e uno strato di mollica di pane, fino ad arrivare all’esaurimento degli ingredienti. Ricoprite il tutto con il liquido rimasto nella terrina delle verdure. Infine, infornate a 220° C per un’ora e trenta minuti circa.

Per provare la ricetta e imparare dal vivo i consigli dello chef non vi resta che venire in vacanza in una delle nostre ville e prenotare un’esperienza culinaria con lo chef a domicilio.

Per tutte le info:

www.casesalento.com

www.villesalento.it

info@villesalento.it

328/4617633

The snails of Salento, the recipe of “municeddhi”

24 Feb

If you believe that the French are the only ones to cook and eat snails, you are wrong! In Salento “municeddhi”(snails) are a traditional dish cooked in various ways (roasted or in a pan).

In Cannole (near Otranto), every summer, there is one of the oldest and most famous festival of Salento dedicated to snails. In the recipe that we introduce here, we show you how to cook the municeddhi in a pan with a delicious sauce.

To find out other typical dishes of Salento, look at the following link! Continua a leggere

Le lumache dei salentini, la ricetta dei municeddhi

23 Feb

Se credete che i francesi siano gli unici a cucinare e a mangiare le lumache, vi sbagliate! Nel Salento i municeddhi sono un piatto della tradizione e sono cucinati in vari modi (arrosto o in padella).

Pensate che a Cannole (vicino Otranto), ogni estate, si svolge una delle sagre più antiche e più famose di questa terra dedicata proprio alle lumache. In questa ricetta, vi mostriamo come si cucinano i municeddhi in padella con un delizioso sughetto.

Per conoscere gli altri piatti tipici del Salento, guardate il seguente link utile!

MUNICEDDHI

Ingredienti:

300 gr. di lumache

10 pomodorini

1 cipolla

1 bicchiere di vino bianco

sale, olio extravergine di oliva

peperoncino

qualche foglia di alloro

basilico

Lavate per bene le lumache con acqua fredda e lessatele in abbondante acqua salata. Nel frattempo procuratevi una casseruola e preparate un soffritto di cipolla. Quando la cipolla sarà dorata, aggiungete le lumache e fatele cuocere per una decina di minuti a fiamma molto bassa.

Aggiungete i pomodorini tagliati a pezzetti, qualche foglia di alloro e di basilico, il sale e il peperoncino. A questo punto mescolate per bene il tutto e cuocete per altri venti minuti con il coperchio, sempre a fiamma bassa, e mescolando di tanto in tanto. Il gusto vi stupirà!

Per provare la ricetta e imparare dal vivo i consigli dello chef non vi resta che venire in vacanza in una delle nostre ville e prenotare un’esperienza culinaria con lo chef a domicilio.

Per tutte le info:

www.casesalento.com

www.villesalento.it

info@villesalento.it

328/4617633

The king among the dishes of Sundays, the recipe of the “Sagne ‘ncannulate”

17 Feb

There is no Sunday without a dish of Sagne ‘ncannulate, the fresh pasta par excellence of Salento. Seasoned with tomato sauce and cacio ricotta of Salento, also in the hot variant (ricotta scante), this dish is one of the typical things to try when you are in Salento. Here it is the recipe.

To find out other typical dishes of Salento, look at the following link! Continua a leggere

Il piatto re delle domeniche salentine, la ricetta delle “Sagne ‘ncannulate”

16 Feb

Non c’è domenica che si rispetti senza un buon piatto di Sagne ‘ncannulate, la pasta fresca per eccellenza nel Salento. Condita con sugo di pomodoro e cacio ricotta salentino, anche nella variante piccante (ricotta scante), è una delle cose tipiche da provare nel Salento. Ecco la ricetta.

Per conoscere gli altri piatti tipici del Salento, guardate il seguente linkutile!

SAGNE ‘NCANNULATE

Ingredienti per 4 persone:

400 gr. di farina

200 ml. di acqua

Sale

Olio extravergine d’oliva

Impastate farina e acqua fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo e lasciate riposare in una ciotola capovolta per circa tre quarti d’ora, poi tirate la sfoglia. Tagliate delle striscioline larghe circa 1,5 cm e, tenendo bloccato il bordo di sinistra, iniziate ad arrotolarle su loro stesse fino a formare un ricciolo di pasta. Condite con sugo di pomodoro e servite con una spolverata di formaggio (consigliato il cacio ricotta salentino).

Per provare la ricetta e imparare dal vivo i consigli dello chef non vi resta che venire in vacanza in una delle nostre ville e prenotare un’esperienza culinaria con lo chef a domicilio.

Per tutte le info:

www.casesalento.com

www.villesalento.it

info@villesalento.it

328/4617633

Il dolce più famoso del Salento, la ricetta del pasticciotto

9 Feb

È un classico della colazione salentina e la sua fama ha ormai oltrepassato i confini del Salento. Parliamo del pasticciotto, dolce di pasta frolla dalla forma ovale con cuore di crema pasticcera.

Saperlo preparare in casa vi darà un notevole vantaggio nell’indice di gradimento di amici e parenti ;). Seguite la ricetta!

Per conoscere gli altri piatti tipici del Salento, guardate il seguente link utile!

PASTICCIOTTO

Ingredienti per la pasta frolla:

500 gr di farina

250 gr di burro

200 gr di zucchero

3 tuorli d’uovo

Per fare la pasta frolla, unite con le mani il burro e la farina. Fate una fontana e al centro mettete i tuorli d’uovo con lo zucchero, impastando molto rapidamente. Formate una palla e avvolgetela nella pellicola, lasciandola riposare in frigo per 30 minuti.

Ingredienti per la crema:

½ litro di latte

3 uova

125 gr di zucchero

1 bustina di vanillina

Prendete una ciotola e mescolate le uova, lo zucchero e la vanillina, aggiungendo un po’ alla volta la farina setacciata. Versate il latte bollente sul composto e mettete sul fuoco, mescolando fino a ebollizione. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare.

Formate dei dischi da 30 cm con la pasta frolla precedentemente tirata, riempite il fondo dello stampo, versate la crema e ricoprite con il secondo disco, chiudete il bordo ed infornate per 20 minuti a 180°.

Per provare la ricetta e imparare dal vivo i consigli dello chef non vi resta che venire in vacanza in una delle nostre ville e prenotare un’esperienza culinaria con lo chef a domicilio.

Per tutte le info:

www.casesalento.com

www.villesalento.it

info@villesalento.it

328/4617633

Le cicorie di campagna: un must della cucina salentina, dalla raccolta alla tavola

2 Feb

Uno dei prodotti più importanti di questa terra, le cicorie di campagna non sono un semplice contorno. Dietro alla ricetta del piatto, infatti, c’è una vera e propria tradizione che va dalla ricerca nelle campagne salentine dei vari tipi di cicoria (“lu zangune” è fra i più famosi) alla raccolta, nei mesi delle piogge (da novembre a marzo).

La raccolta, poi, avviene con un metodo preciso: le piante non si strappano dalla terra ma le si recide dalla radice con un coltello per farle ricrescere più velocemente. In basso, troverete il modo per cucinarle e per rendere questo piatto salentino davvero speciale!

Per conoscere gli altri piatti tipici del Salento, guardate il seguente link utile!

CICORIE DI CAMPAGNA

Ingredienti:

1/2 kg di cicorie selvatiche

2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

30 olive nere in salamoia

1 peperoncino piccante

2-3 spicchi d’aglio

Sale q.b.

Pulite le cicorie e risciacquatele più volte con acqua corrente. Prendete una padella, versate l’olio e fate rosolare qualche spicchio d’aglio per qualche minuto. Stufate le cicorie ancora grondanti di acqua in una pentola scoperchiata a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto.

A cottura quasi completa delle verdure, aggiungete le olive nere in salamoia (una manciata) e il peperoncino tagliuzzato in pezzi e semi. Salate a piacere e terminate la cottura ancora per qualche minuto. Buon appetito!

Per provare la ricetta e imparare dal vivo i consigli dello chef non vi resta che venire in vacanza in una delle nostre ville e prenotare un’esperienza culinaria con lo chef a domicilio.

Per tutte le info:

www.casesalento.com

www.villesalento.it

info@villesalento.it

328/4617633

Trolls like to party in Salento!

27 Gen

What have the Trolls in common with the people of Salento? Easy! They love to have fun and party together! The traditional inhabitants of the Scandinavian woods, in fact, would certainly move from the cold lands of northern Europe for a holiday full of fun and entertainment in Salento, their land of adoption.

We have thought to some ideal tours for Poppy, Branch and their companions for a wonderful holiday in Salento, far from those Bergen’s faces!

If you want to have fun in Salento, continue to read and spend … a holiday like a Troll! Continua a leggere

In Salento we usually eat the aubergines “alla poverella”

20 Gen

In general they are cooked in many ways, but the aubergines “alla poverella” are a very delicious and tasty side dishes … do not be fooled by the name! Try this recipe!

To find out other typical dishes of Salento, look at the following link! Continua a leggere

Nel Salento le melanzane si mangiano “alla poverella”

19 Gen

In genere si cucinano in tutti i modi, ma le melanzane alla poverella sono uno dei contorni più golosi e saporiti che ci siano…non fatevi ingannare dal nome! Provate questa ricetta!

Per conoscere gli altri piatti tipici del Salento, guardate il seguente link utile!

MELANZANE ALLA POVERELLA

Ingredienti per 4 persone:

1500 gr di melanzane con la buccia,

4 cucchiai di olio extra vergine di oliva

2 spicchi di aglio

prezzemolo

sale fino e sale grosso

Lavate le melanzane, asciugatele su fogli di carta assorbente e tagliatele a pezzettoni. Cospargetele di sale grosso e lasciatele scolare per circa 30 minuti su un tagliere inclinato, e, subito dopo aver eliminato il liquido amarognolo, scaldate in una grossa padella l’olio e friggetele a fuoco vivace mescolandole spesso.

Toglietele dal fuoco dopo circa 10 minuti di cottura e, a parte, in un’altra padella, fate riscaldare circa 4 cucchiai d’olio insieme all’aglio e al prezzemolo tritati. Per finire, aggiungete le melanzane fritte e continuate la cottura per altri 15 minuti a fiamma bassa, in seguito, salatele e servitele calde.

Per provare la ricetta e imparare dal vivo i consigli dello chef non vi resta che venire in vacanza in una delle nostre ville e prenotare un’esperienza culinaria con lo chef a domicilio.

Per tutte le info:

www.casesalento.com

www.villesalento.it

info@villesalento.it

328/4617633

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: