Tag Archives: uggiano la chiesa

“Routes of taste” in Salento: Maglie, Lecce, Cannole e Uggiano La Chiesa

11 Lug

From “Pasticiotto” to “caffè in ghiaccio”, from “Rustico” to “Tajeddhra”: there are many typical dishes of Salento that tell a part of the history and traditions of this land. From recipes to local products, we trace a “road map of taste” through the villages of gastronomic excellence.

MAGLIE – The village hosts every year, in early August, “Mercatino del gusto“, a festival in which the flavors of the traditional cuisine of Salento are celebrated, but not only. In those days you can smell the scents and aromas of local products.

PRODUCTS – Maglie produces its renowned pecorino cheese. Whether fresh or aged, sheep’s cheese is obtained from a production process that has been handed down over the centuries. If aged for a few days, it has a soft, light yellow paste. After a long maturation, however, it has a wrinkled, leathery crust and a hard straw yellow interior: highly recommended on pasta with sauce!

LECCE – It is the main seat of the most precious architectural jewels of this land. But Lecce not only offers an artistic heritage, it is also the place where you can taste some typical dishes, which have now become famous beyond the borders of the Salento peninsula.

THE PRODUCTS – Pasticciotto is a sweet of shortcrust pastry that opens up all the sweetness of the custard inside; Cotognata is a kind of solid jam cut into blocks that comes from quince apples; Rustico is a rotisserie product made of puff pastry and stuffed with bechamel, mozzarella, tomato and a pinch of pepper that all the local people from Lecce prefer for a snack.

With the pasta di mandorla (almond pastry), at Christmas and at Easter, locals make the traditional sweets of fish shape (at Christmas) and lamb shape (at Easter). Sanguinaccio is a product of Salento gastronomic tradition based on seasoned, flavored pork blood, stuffed into the intestines of the same animal and cooked.

CANNOLE – Small town a few kilometers from the much more famous Otranto, Cànnole owes its fame mainly to the “municeddha” festival which takes place every year in August.

THE PRODUCTS – The tradition of eating snails has been celebrated since 1985 when the idea of ​​a party dedicated to it was born. The idea is inspired by the “cuzzari“, the name by which the inhabitants of Cannole were called snail-gatherers. During the festival, the snail is prepared according to various recipes: fried, roasted and with sauce.

UGGIANO LA CHIESA – Framed by olive groves and countryside, Uggiano la Chiesa is the “Village of Bread and Oil”.

THE PRODUCTS – Every September, on the occasion of the Fair of the Village of Bread and Oil, it is possible to taste the fragrant loaves, accompanied by other typical culinary specialties.

To find out where to stay to visit these and other villages in Salento, take a look here:

Holiday houses –> https://www.villainpuglia.it/EN/Home  

Holiday villas –> https://www.villesalento.it/index.html#/

For further information:

e-mail –> info@villesalento.it

phones –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

I percorsi del gusto nel Salento: Maglie, Lecce, Cannole e Uggiano La Chiesa

10 Lug

Dal pasticciotto al caffè in ghiaccio, dal rustico alla tajeddhra: sono tantissimi i piatti tipici del Salento che raccontano una parte di storia e di tradizioni di questa terra. Dalle ricette ai prodotti locali, tracciamo una “road map del gusto” attraverso i borghi dell’eccellenza gastronomica.

MAGLIE – Il comune ospita ogni anno, i primi di agosto, il “Mercatino del gusto”, un festival in cui si celebrano i sapori della cucina tradizionale del Salento, ma non solo. Suddivise per itinerari, le vie del centro sono inebriate di profumi e aromi dei prodotti locali. 

PRODOTTI – Maglie offre ai salentini il suo rinomato formaggio pecorino. Che sia fresco o stagionato, il formaggio ovino è ottenuto da un processo produttivo che si tramanda nei secoli. Se stagionato per pochi giorni, ha una pasta morbida di colore giallo chiaro. Dopo una lunga maturazione, invece, presenta una crosta rugosa, coriacea e un interno duro giallo paglierino: consigliatissimo sulla pasta al sugo!

LECCE – Il capoluogo salentino è la sede principale dei gioielli architettonici più preziosi di questa terra. Ma Lecce non regala solo un patrimonio artistico da fare invidia alle grandi città del resto d’Italia, è anche la “patria” di alcuni piatti tipici, divenuti ormai famosi oltre i confini della penisola salentina. 

I PRODOTTI – Il pasticciotto è un involucro di pastafrolla che schiude al suo interno tutta la dolcezza della crema pasticcera; la cotognata è una sorta di confettura solida e tagliata in panetti che deriva dalle mele cotogne; il rustico è il prodotto di rosticceria fatto di pasta sfoglia e ripieno di besciamella, mozzarella, pomodoro e un pizzico di pepe che tutti i leccesi doc prediligono per lo spuntino.

Con la pasta di mandorla, a Natale e a Pasqua, si creano il pesce (a Natale) e l’agnellino (a Pasqua). Particolarmente famose sono creazioni di pesci e agnelli di pasta di mandorla delle suore del Monastero benedettino di san Giovanni Evangelista di Lecce, che da sempre confezionano questi prodotti tipici per i leccesi e non. Il Sanguinaccio leccese, infine, è un prodotto della tradizione gastronomica salentina a base di sangue di maiale condito, aromatizzato, insaccato in budella dello stesso animale e cotto.

CANNOLE – Piccolo centro a pochi chilometri dalla ben più nota Otranto, Cànnole deve la sua fama principalmente alla sagra della “municeddha” che ogni anno si svolge ad Agosto. 

I PRODOTTI – La tradizione di mangiare le lumache viene celebrata dal 1985 quando nacque l’idea di una festa a essa dedicata. L’idea prende ispirazione dai “cuzzari”, nome con cui venivano chiamati gli abitanti di Cannole raccoglitori di lumache. Durante la sagra la lumaca viene preparata secondo varie ricette: soffritta, arrostita e al sugo.

UGGIANO LA CHIESA – Incorniciata da uliveti e da campagne, Uggiano la Chiesa è la “Città del Pane e dell’Olio”.

I PRODOTTI – Ogni settembre, in occasione della Fiera della Città del Pane e dell’Olio, è possibile gustare le fragranti pagnotte esaltate da un filo d’oro giallo, accompagnate dalle altre specialità culinarie tipiche.

Per scoprire dove soggiornare per visitare questi e altri borghi del Salento, date un’occhiata qui:

Sito web case vacanza –> www.casesalento.com

Sito ville di pregio per vacanze –> www.villesalento.it

Oppure chiedeteci informazioni:

email –> info@villesalento.it

Cellulari –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: