Tag Archives: Carpignano salentino

Discovering Grecìa Salentina: Carpignano Salentino

19 Giu
Carpignano Salentino, palace

With more than 3600 inhabitants, Carpignano Salentino is part of the territory of Grecìa Salentina which still retains the ancient dialect known as grìko. About 25 km from Lecce, the town is about ten minutes from the Adriatic coast, whose nearest seaside resort is Sant’Andrea.

Inhabited since ancient times, Carpignano Salentino preserves the ancient testimonies thanks to the presence of some menhirs: the Grassi menhir and the Croce Grande or Staurotomèa menhir (in Greek Σταυροτομέα).

Carpignano Salentino, detail

From Piazza Duca d’Aosta you enter the alleys and discover the ancient Giudecca enclosed by medieval walls with hanging gardens, 15th century houses, sixteenth-century balconies, the Mother Church and the Ducal Palace. To visit is the underground oil mill and the crypt of S. Cristina from the IX-X century, a masterpiece with ancient frescoes and inscriptions in Greek.

The name of the town derives from that of the Roman centurion Carpinius, but the thesis of a Messapian derivation of the root karp (“stone”, “rock”), for which Carpignano would mean “place placed on a hill”, is equally credited.

If you don’t know where to sleep in Salento, here you will find some useful advice.

holiday houses -> www.casesalento.com

Holiday luxury villas -> www.villesalento.it

email -> info@villesalento.it

Mobile Phones -> (+39) 366/2604050 – (+39) 392/0202233

Alla scoperta della Grecìa Salentina: Carpignano Salentino

18 Giu
Carpignano Salentino, facciata palazzo

Con più di 3600 abitanti, Carpignano Salentino fa parte del territorio della Grecìa Salentina che conserva ancora l’antico dialetto conosciuto come grìko. A circa 25 km da Lecce, il comune dista una decina di minuti dalla costa adriatica, la cui località marina più vicina è la splendida Sant’Andrea.

Abitato fin dai tempi più remoti, Carpignano Salentino conserva le antiche testimonianze grazie alla presenza di alcuni menhir: il menhir Grassi e il menhir Croce Grande o Staurotomèa (in greco Σταυροτομέα). 

Carpignano Salentino, dettaglio

Da piazza Duca d’Aosta si entra nei vicoletti e si scopre l’antica Giudecca racchiusa da mura medievali con i giardini pensili, le case del ‘400, i balconi cinquecenteschi, la Chiesa Madre e il Palazzo Ducale. Da visitare è il frantoio ipogeo e la cripta di S. Cristina del IX-X secolo, un capolavoro con affreschi antichissimi e iscrizioni in greco. 

Il nome del paese deriverebbe da quello del centurione romano Carpinius, ma altrettanto accreditata è la tesi di una derivazione messapica della radice karp (“pietra”, “roccia”), per cui Carpignano significherebbe “luogo posto su un’altura”.

Qui troverete qualche consiglio utile su dove dormire nel Salento:

sito web case vacanza–> www.casesalento.com

Sito ville di pregio per vacanze –> www.villesalento.it

email –> info@villesalento.it

Cellulari –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

The “underground” Salento: the crypt of S. Cristina in Carpignano Salentino

27 Feb

Beyond the beaches and the sea that make Salento‘s panoramas an extraordinary paradise with an exotic charm, this land hides secret places that tell of precious artistic and architectural testimonies, as well. The “underground” Salento is a tour to discover the hidden places of Salento. Read here to find out more.

Crypt of S. Cristina – Two stairways lead to the crypt dedicated to Santa Cristina, whose very ancient origins date back to the IX-X century. The crypt consists of 2 naves and 3 apses carved into the tuff. Inside, the oldest frescoes in the region are preserved, indicating the dates, commission and name of the artists, as well as a large number of inscriptions in Greek. Delicate is the scene of the Annunciation with the Madonna spinning wool and S. Cristina with a veil over her face.

Carpignano Salentino – It is one of the municipalities of the Grecìa Salentina, located about 20 km south of Lecce and 10 km from Otranto. In this ancient village the “griko” is still spoken, a local dialect with a strong Greek contamination. Every September the “Sagra de lu mieru” is celebrated, one of the oldest festivals in Salento.

If you don’t know where to sleep in Salento, here you will find some useful advice:

holiday houses -> www.casesalento.com

Holiday luxury villas -> www.villesalento.it

email -> info@villesalento.it

Mobile Phones -> (+39) 366/2604050 – (+39) 392/0202233

Il Salento “sotterraneo”: la cripta di S. Cristina a Carpignano Salentino

26 Feb

Al di là delle spiagge e del mare che rendono i panorami del Salento uno straordinario paradiso dal fascino esotico, la “Terra fra i due mari” nasconde dei luoghi segreti che raccontano di testimonianze artistiche e architettoniche preziose. Il Salento “sotterraneo” è un tour che vi presentiamo alla scoperta dei luoghi nascosti del Tacco d’Italia. Leggete qui per scoprire di più.

Cripta di S. Cristina – Due scalinate portano nella cripta dedicata a Santa Cristina, le cui origini, antichissime, risalgono al IX-X secolo. La cripta è costituita da 2 navate e da 3 absidi scavate nel tufo. All’interno si conservano gli affreschi più antichi della regione su cui sono indicate date, committenza e nome degli artisti, oltre a un gran numero di iscrizioni in greco. Delicata la scena dell’Annunciazione con la Madonna che fila la lana e S. Cristina con un velo sul volto.

Carpignano Salentino – E’ uno dei comuni della Grecìa Salentina, situato a circa 20 km a sud di Lecce e a 10 km da Otranto. In questo borgo antico si parla ancora il “griko”, dialetto locale con forte contaminazione greca. Ogni settembre si celebra la “Sagra de lu mieru”, una delle più antiche sagre del Salento.

Qui troverete qualche consiglio utile su dove dormire nel Salento:

sito web case vacanza–> www.casesalento.com

Sito ville di pregio per vacanze –> www.villesalento.it

email –> info@villesalento.it

Cellulari –> (+39) 392/0202233 – (+39) 328/4617633

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: